Correre la maratona: le 5 regole base da seguire e gli errori da evitare

Correre una maratona: consigli ed errori da non commettere

Chi si appresta a correre una maratona, deve sapere che ci sono alcune accortezze da seguire. Per arrivare con la giusta preparazione ad affrontare questa prova fisica, per riuscire a superarla nel migliore dei modi e per non incorrere in traumi, infatti, è importante non commettere alcuni errori.

Che si tratti di una maratona da 5 o da 10 km, ci vuole sempre una preparazione tecnica adeguata, degli esercizi specifici e un’alimentazione a hoc. Oggi andiamo a scoprire quali sono le regole base per correre una maratona correttamente. E quali sono gli errori da non commettere mai.

Preparazione atletica per correre una maratona

Un allenamento mirato e costante deve essere l’abc per chi ha in mente di correre una maratona. L’ideale sarebbe rivolgersi ad un preparatore atletico, che, in base alla prestanza fisica, all’età, al tempo a disposizione e al giorno della competizione, possa progettare un piano di allenamento ideale. Soprattutto se la maratona è ancora lontana – diciamo che solitamente la preparazione atletica dovrebbe iniziare 14-16 settimane prima – l’allenamento sarà variato. Il preparatore atletico andrà a puntare su specifiche aree del corpo, in modo da irrobustirle e prepararle alla corsa di lunga durata.

Errore da non commettere

Arrivare ad una maratona dopo un periodo di allenamento fai da te, magari iniziato poche settimane prima, è un errore da evitare assolutamente. I rischi degli autodidatti, in questo caso, infatti, sono traumi sportivi e poca resa nella prestazione.

Visita medica prima di correre una maratona

Anche il parere del medico è fondamentale per chi si appresta ad una prova come la maratona. Una visita sportiva, con elettrocardiogramma e prove da sforzo, saprà individuare eventuali problematiche da risolvere prima dello svolgimento della corsa.

Visita da un fisioterapista o da un osteopata

Soprattutto quando si avvertono particolari fastidi alla schiena, al collo, o in altre parti del corpo, è importante sottoporsi ad un’accurata visita da uno specialista (fisioterapista, osteopata), così da capire se fosse necessario risolvere dei traumi o svolgere della ginnastica posturale, prima di svolgere la maratona.

Errore da non commettere

Non ci si può improvvisare podisti senza essersi prima accertati di avere un cuore sano e un fisico all’altezza di una prova del genere.

Alimentazione per correre una maratona

Un altro consiglio, non meno importante dei due precedenti, riguarda l’alimentazione. Un piano alimentare equilibrato e corretto è una delle regole base per chi vuole correre una maratona. E’ necessario incrementare nella dieta carboidrati a basso indice glicemico, poiché vengono assorbiti più lentamente e rilasciano energia per un periodo di tempo più lungo. Sì anche ai legumi, soprattutto fagioli e ceci.

Errore da non commettere

Mai optare per una dieta fai da te prima di una competizione come la maratona. Mangiare poco o in modo sbagliato, infatti, potrebbe compromettere la prova e fare brutti scherzi al fisico.

Bere molto prima e durante la maratona

E’ assolutamente importante bere molto e quotidianamente.  Meglio andarci piano, invece, con i cosiddetti sport drink. Rivolgetevi al vostro preparatore atletico per imparare a farne un uso appropriato. Generalmente, comunque, meglio assumerne uno prima della maratona (circa 10 minuti prima dell’inizio).