Danza o muori: il ballerino minacciato dall’Isis si esibisce in tv con Roberto Bolle

Ahmad Joudeh a Danza con me con Roberto Bolle

La sera del primo dell’anno, su Raiuno, è andato in onda il tanto atteso show Danza con me, che ha visto protagonista l’étoile di fama internazionale [vip id=”7409″]Roberto Bolle[/vip]. Il danzatore si è esibito in diverse coreografie, da solo e in compagnia di altri ospiti. Ma, a colpire, in particolare, è stata l’esibizione con Ahmad Joudeh. Il ballerino siriano a Danza con me si è esibito con Bolle sulle note di Inshallah.

Sting, dal vivo, ha eseguito il suo emozionante brano che affronta il tema drammatico delle migrazioni dai paesi che vivono la guerra. Quale brano migliore per veder ballare Ahmad Joudeh a Danza con me accanto a quel dio danzante di nome Roberto Bolle?

Ahmad Joudeh ha combattuto la guerra, l’Isis e ha rischiato la vita pur di danzare e come Roberto Bolle ha detto in trasmissione: “E’ un esempio positivo per tutti”.

Ahmad Joudeh a Danza con me: la sua lotta contro l’Isis

Da più giovane, quando ancora era nella sua terra, Ahmad danzava di nascosto, ma quando il padre lo scopriva, la punizione erano botte e bastonate alle gambe.

La danza lo ha messo di fronte a seri rischi e l’Isis lo ha minacciato di morte. Ma Ahmad Joudeh non si è fatto fermare dalla paura e dalle minacce ed è riuscito nel suo intento. Ha “sconfitto” l’Isis, ha continuato a danzare pubblicando i suoi video su Youtube e ha coronato il suo sogno: diventare un ballerino professionista.

Sul collo si è fatto tatuare “Danza o muori”, proprio in quel punto in cui i tagliagola dell’Isis agiscono nelle condanne a morte. Un esempio per tutti, ha detto bene Roberto Bolle.

Ahmad Joudeh a Danza con me con Roberto Bolle ha lasciato senza fiato il pubblico, non solo per il suo coraggio, ma anche per il suo talento davvero stupefacente, che rasenta la perfezione.

Ahmad Joudeh a Danza con me: esibizione emozionante

La performance del ballerino siriano ha immediatamente scatenato il popolo dei social, evidentemente colpito ed emozionato dalla sua storia.

“Sting che canta #inshaallah , con Bolle che parla di ‘migranti’ . Ahmad Joudeh, il ballerino siriano minacciato di morte dall’ISIS, si è fatto tatuare sul collo ‘Danza o muori’, come sfida e ora balla. Roberto Bolle davvero bravo”, ha commentato su Twitter un telespettatore.

“Danza o muori. Il tatuaggio di #AhmadJoudeh che sfida l’#Isis, la danza strumento di salvezza, emozione.Meravigliosa storia. #danzaconme”, ha aggiunto un secondo.

“Ahmad Joudeh, il ballerino siriano minacciato di morte dall’ISIS, si è fatto tatuare sul collo “Danza o muori, come sfida. Ora lui danza libero con @RobertoBolle e voi, gretti integralisti, potete solo morire nel vostro odio”, ha postato un terzo.

Sicuramente la testimonianza di Ahmad Joudeh ha colpito moltissimi italiani, per questo ci aspettiamo che il ballerino siriano torni prossimamente in tv a raccontare meglio la sua storia.